mercoledì 20 novembre 2013

FOR ART SAKE! - Il Cesto di Hiriel


Nome: Sara
Nome d'arte:  Hiriel Coll
Com’è nata in te questa passione, e come hai cominciato?
"Tra il fare e il disfare è sempre tutto un lavorare" ed è sempre così che succede nel cesto: tante idee e ispirazioni ci capitano dentro in un allegro ronzio di colori. Tutto è cominciato per hobby, perché mi piace lavorare con le perline di vetro e il rame e l’ottone e perché volevo imparare a cucire da sola l’abito per la festa celtica… poi sono andata alla festa celtica (Trigallia 2003 e Celtica 2004) e mi sono innamorata di quel mondo, del pensiero di Vita e dell’arte degli Antichi. Da quel momento ho fatto tanti esperimenti, le esperienze vissute mi hanno portata a pensare che il fatto di “creare” è uno dei miei doni ed è un gesto che amo fare: è gratificante creare, soprattutto se dietro c’è un Pensiero. Unite le due cose, nasce questo cesto di vimini, dove dimorano gioielli e abiti, accessori e ninnoli ispirati all’Arte e alla Vita celtica e alle sinuose forme della Terra e dell'Energia. Ogni creazione è un pezzo unico e irripetibile.
Su cosa si concentra la tua arte e perché? Amo creare (probabilmente un amore che ogni donna ha che ne sia o non ne sia conscia). Da piccola ero ingestibile finche non ho imparato a tenere in mano pennarelli, matite e pennelli. Non definirei arte le mie creazioni, non nel senso pittorico :D anche se continuo a disegnare a dipingere per me. Come concetto materiale le creazioni sono di preferenza abiti e accessori come borse, scarselle, mantelle, porta corno… ma spazio anche sui gioielli dal filo di metallo piegato al fimo, mi piace combinare più tecniche assieme. Ho anche un piccolo album-esperimento di riproduzioni storiche del periodo celtico. Di recente ho sperimentato il riciclo creativo creando libricini/quaderni per appunti cuciti e decorati a mano e piccoli sacchetti portagioie fatti con le rimanenze delle stoffe utilizzate. Come concetto di Pensiero le creazioni sono studiate: nel senso che spesso sono accompagnate da simboli, da decorazioni ispirate a forme naturali o a geometrie energetiche legate al mio percorso spirituale che è tutt’ora in evoluzione. Non si finisce mai di crescere, apprendere e di conoscersi.
Cosa ti appaga di più del tuo lavoro? La buona riuscita di ogni cosa, soprattutto nelle commissioni: quando non succede mi dispiace e il mio cervello si arrovella per diverso tempo finché non trovo una soluzione; l’accostamento di colori accattivante e che attira, la ricerca dei materiali, le bozze e gli schizzi preparatori (che molto spesso tengo per me :D finché non ne sono soddisfatta…)
Qual è invece la cosa che trovi più difficile? Combinare ricerca dei materiali e tempi di consegna: spesso la ricerca  consuma molto tempo.
Dedicare più tempo alla pagina… essendo un hobby tra i tanti che ho(danza irlandese, spada, rievocazione, suonare il bodhràn, disegnare, scrivere, riposarmi), spesso mi manca il tempo per controllare commenti e messaggi…
A chi ti rivolgi principalmente? A chiunque sia interessato in generale, ma nello specifico a chi occorre una veste fantasy o un abito storico del periodo celtico, a chi cerca gioielli diversi dal solito, a chi occorre abbigliamento e accessori per i propri rituali (qualsiasi essi siano) o ricorrenze importanti a livello pagano o semplicemente a chi ha voglia di un abito “contro corrente”.
Un obbiettivo che hai raggiunto e uno che vorresti raggiungere? Per ora non ne ho uno in particolare se non quello di affinare le tecniche e impararne di nuove. Ho una chicca di cui mi sento molto onorata, per via personale e per l’importanza che do all’evento: uno degli abiti del Cesto è stato sul palco di Celtica (festival di cultura e musica celtica che si tiene in valle d’Aosta) durante Greenlands (inno delle nazioni celtiche). Onore ed emozione oltre a valanghe di ricordi di amicizie, conferenze, concerti e calore umano: per me quella festa e quella canzone hanno un importanza notevole dalla prima volta in cui ci sono andata e l’ho ascoltata, come una sorta di passaggio e scoperta di qualcosa che fa parte di me ma che ancora non conoscevo.
Descriviti in 3 aggettivi? Poliedrica, caotica, allegra

Link delle tue pagine/blog/social network:
pagina: https://www.facebook.com/pages/Il-Cesto-di-Hiriel/501804849876594

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.